5 cose che (forse) non sapevi di poter fare con lo smartphone (anche durante il lockdown)

In un periodo particolare come quello attuale, durante il quale tutti hanno dovuto rivoluzionare la propria vita, ognuno si è ritrovato ad accedere sempre di più ai servizi digitali, non solo per rimanere in contatto con il mondo esterno o con i propri cari, ma anche per svolgere azioni quotidiane o semplicemente far passare le giornate quando apatia, noia, preoccupazioni varie vorrebbero prendere il sopravvento. Spesso infatti in queste situazioni si prende un cellulare e si inizia a navigare, a volte senza meta. Per questo oggi son qui per darvi 5 possibili destinazioni!

Dall’acquisto di prodotti e servizi, fino all’insegnamento e all’apprendimento, lo smartphone si è rivelato un potentissimo alleato, uno strumento pratico e comodo dove tutto è a portata di tap. Riscoprire le proprie passioni, acquistare prodotti in sicurezza, imparare e prendersi cura di sé non è mai stato così semplice, basta sapere come fare e dove cercare. Oltre che per la messaggistica e le telefonate, per me è diventato un prezioso alleato anche nelle dirette video ad esempio. Gli ospiti possono connettersi spesso da cellulare ovunque siano.

Ecco quindi 5 cose che (forse) non sapevi di poter fare con lo smartphone.

Come scrivere un libro con lo smartphone

Scrivere un libro completamente sullo smartphone, ovunque ci si trovi o in qualunque momento della giornata è possibile, e lo dimostra il giornalista palermitano Dario La Rosa che dal 9 aprile arriva nelle librerie digitali con il suo trittico di racconti gialli “Cous cous blues”. Edito da bookabook, la casa editrice italiana che pubblica libri attraverso il crowdfunding, Cous Cous Blues è infatti il primo libro scritto interamente attraverso la tastiera di uno smartphone, nei momenti di libertà dell’autore. Un processo creativo che si sposa perfettamente con l’idea alla base di bookabook: unire il mondo editoriale con quello digitale.

Spedire e consegnare merci in città facendole viaggiare comodamente in taxi

Con l’app di Wetaxi è possibile utilizzare lo smartphone per chiamare un taxi e consegnare merci da una parte all’altra della città, grazie al nuovo servizio di Delivery.  È possibile prenotare la chiamata del taxi in anticipo per qualsiasi tratta, inserendo il giorno e l’orario desiderato e pagando comodamente in app; la consegna ed il ritiro dei pacchi avviene a bordo strada, assicurando trasparenza e sicurezza. Una soluzione che da una parte supporta i tassisti, colpiti da un netto calo delle corse, dall’altra i cittadini, le aziende e i professionisti che possono far recapitare pacchi senza uscire di casa.

Wetaxi ha ridotto al minimo i costi del Delivery ed in più ha introdotto la funzione “multi-tappa”: gli utenti hanno la possibilità di inserire fino a 4 tappe all’interno di un’unica corsa e gli esercenti potranno così abbattere in modo significativo i costi di spedizione. Al momento il servizio è attivo a Roma, Napoli e Torino.

Studiare l’inglese con le app giuste

Personalmente avevo ripreso a studiare inglese da dicembre. Mantenersi in allenamento è fondamentale. Anche in questo periodo non manco di leggere articoli, fare conversazione e vedere qualche serie in inglese. A dire il vero l’ultimo punto è diventato obbligatorio, a causa del coronavirus perché le mie serie preferite non sono state più doppiate e vanno in onda coi sottotitoli.

Per non mettere da parte lo studio dell’inglese e divertirsi allo stesso tempo, Cambridge English suggerisce alcune app pensate per imparare o approfondire l’inglese.

Monkey Puzzles è l’app pensata ai più piccoli e  aiuta a praticare sia la lettura che l’ascolto. Per chi già conosce l’inglese c’è Quiz your English, un’app gratuita per smartphone che permette di sfidare persone provenienti da ogni parte del mondo sulla grammatica inglese. Ottima per esercitarsi anche Exam Lift, l’app per praticare la lingua attraverso esercizi giornalieri.

Preparare la cena in maniera semplice e veloce

Ho visto online vari servizi che ve lo consentono. Vi suggerisco quello segnalatomi da alcuni amici. Benvenuto, il format di family restaurant Made in Italy presente a Torino e a Milano, ha attivato un servizio di consegna a domicilio dei propri menù. Al servizio si accede tramite l’app per smartphone che permette di scegliere e finalizzare l’ordine.

La proposta comprende preparazioni per i grandi e menù bimbo con sorprese e giochi, con la caratteristica di essere vantaggiosi economicamente e confezionabili dal minimo delle risorse interne in termini di personale. La consegna è gratuita e viene effettuata dal personale interno debitamente attrezzato con dispositivi di sicurezza.

Donare ad EMERGENCY e leggere una guida inedita dedicata all’Italia

Sostenere chi combatte in prima linea l’emergenza COVID-19 e partecipare al rilancio del turismo italiano, in attesa di ricominciare a viaggiare, il tutto in un solo click da smartphone. 180 Travel Blogger si sono infatti uniti per lanciare una raccolta fondi a sostegno di EMERGENCY per supportare la onlus impegnata nell’emergenza COVID-19. Andando sul sito sostieni.emergency.it/travelbloggerperlitalia fino al 10 maggio sarà possibile donare e ricevere come ringraziamento “Destinazione Italia. 270+ idee per un viaggio lungo lo stivale”, una guida inedita e unica dell’Italia, scritta dai travel blogger con l’obiettivo di promuovere il rilancio il settore turistico. La guida si scarica in formato ebook e si legge, naturalmente, anche da smartphone.

Fonte: comunicato stampa Press Play

Last Updated on

Letizia Palmisano Giornalista & Social media Manager

Sono giornalista e social media manager, influencer strategist specializzata nella crossmedialità della comunicazione, in particolar modo grazie agli strumenti del web 2.0, quali i social network. La mia attività professionale spazia dal giornalismo alla consulenza nel mondo della comunicazione 2.0. Svolgo, inoltre, attività di formazione e docenza in tali campi. Vincitrice 2018 del Macchianera Internet Awards come influencer dell'economia circolare