Clima, antispreco, energia da salvare e rifiuti da evitare! Ecco le missioni “salvamondo” alla portata di grandi e piccini (grazie ai libri)

Uno dei momenti di intimità con mio figlio che entrambi preferiamo trascorrere assieme è quello della lettura: dopo una giornata stressante, per entrambi, tra lavoro e compiti da fare, la sera, prima di chiudere gli occhi, ci dedichiamo una mezz’ora di svago abbandonandoci alle parole di un libro.

Fra topi giornalisti, corsari alla ricerca di tesori da depredare, ogni giorno è una nuova avvenuta per trovare storie ed argomenti che riescano a catturare la fantasia e l’attenzione di mio figlio.

Negli ultimi tempi, Bruno ha iniziato a maturare una spiccata coscienza ambientalista: non perde occasione di ricordare a me e a mio marito che è importante non sprecare l’acqua, che non bisogna lasciare accese le luci, che i rifiuti vanno differenziati e gettati negli appositi cassonetti. A dire il vero continua a chiedermi perché la polizia non dica alle persone di smetterla di sporcare e inquinare e come sia possibile che la terra sia sotto l’asfalto “solo perché le persone vogliono correre con l’automobile”.

Quello della sostenibilità è un fuoco sacro che mi auguro non gli si spenga mai. Anzi, ogni occasione è buona per nutrire questo suo nuovo interesse green con delle letture adatte a bambini della sua età.  Con l’approssimarsi dell’estate eccomi quindi qui a scegliere i libri adatti per i mesi estivi. Quattro sono i titoli – tutti di Andrea Vico e Lucia Vaccarino – che, seppur diversi riguardo all’argomento trattato, ci stanno accompagnando in questi primi giorni di “vacanze estive”.  Cosa hanno in comune?

Sono libri “salvamondo”!

È bello vedere la sostenibilità diventare protagonista delle letture di casa e portare gli insegnamenti nei piccoli gesti quotidiani. Se non sapete da dove cominciare, ecco 4 consigli: 4 libri bellissimi della collezione “salvamondo” di Fabbri Editori.

Come spiegare i cambiamenti climatici ai bambini?

Greta Thunberg ce lo ha insegnato: non si è mai troppo giovani per occuparsi dei problemi climatici, ma, anzi, i “più piccoli” possono ottenere i risultati più grandi dei quali il Pianeta ha bisogno per salvare i mari e gli oceani dalla plastica e la terra dall’inquinamento dell’aria. Nelle giornate caldissime di inizio estate Vanessa e Filippo, i protagonisti di “ATTENTI AL CLIMA”, impareranno che piccoli gesti della nostra quotidianità, a casa come a scuola, sono essenziali per contrastare l’inquinamento e l’effetto serra e per salvare il mondo e noi stessi.

Il cibo non va mai sprecato

Brunello non ha un grande appetito – caratteristica che di certo non ha ereditato dai suoi genitori – e troppo spesso capita che il suo pasto si trasformi in un “pasto-bis” per me e mio marito. Pur avendo più volte tirato in ballo i problemi di malnutrizione di tanti – troppi – bambini al mondo, la nostra strategia non sembra di aver ottenuto grandi risultati.  Il prossimo tentativo sarà puntare al suo cuore verde guidati dal libro “NON SPRECHIAMO CIBO” che, partendo da una festa di compleanno di alcuni bambini, spiega come quello che mangiamo influisce sullo stato di salute del pianeta e come si possono evitare sprechi di cibo.

Bambini, guardiani della luce!

Ormai a casa nostra non possiamo lasciare il rubinetto dell’acqua aperto o la luce accesa un secondo in più del necessario che un piccolo grillo parlante, con la sua vocina, non ci ordini di chiudere subito le fonti di spreco. In “RISPARMIAMO ENERGIA”, un improvviso blackout è l’occasione per spiegare ai più piccoli – e non solo – come sia possibile consumare meno energia fra le mura domestiche, cosa sono le energie rinnovabili e che non tutte le lampadine sono uguali.

Come mettere a dieta la pattumiera sin da piccoli

Sin da quando era piccolo ho cercato di sensibilizzare Brunello sui pericoli legati antinquinamento, all’importanza di ridurre l’uso di plastica monouso e a fare la raccolta differenziata. Come avranno modo di imparare durante una gita in bicicletta i protagonisti di “ZERO PLASTICA” piccoli gesti della nostra quotidianità possono rappresentare la salvezza del Pianeta e dei suoi abitanti

E ora? Al via con il coinvolgimento di amici piccoli e grandi e familiari. Perché, si sa, l’unione fa la forza!

Last Updated on

Letizia Palmisano Giornalista Ambientale

La sostenibilità non è solamente nel saper fare, ma anche nel far sapere. Letizia Ecoblogger e giornalista ambientale