Soluzioni eco-logiche

Il Natale 2011? A Minimo Impatto Ambientale

Riporto questo simpatico comunicato di Minimo Impatto. Tra pochi giorni (e con altri articoli, non appena editi…) seguiranno gli ulteriori consigli per un Natale eco-sostenibile. Vorrei dirvi qualcosa di più ma “brucerei” delle sorprese che sto realizzando…

Il Natale 2011? Sarà a… Minimo Impatto”. Ad affermare ciò èGiuseppe Avolivolo, direttore di Minimo Impatto, società  specializzata nella distribuzione di prodotti eco-sostenibili. “In un momento di crisi, come quello attuale, le persone sembrano avere un interesse sempre maggiore ai dettagli e ci contattano proprio perché alla ricerca di un significato ulteriore nei regali che faranno, ovvero del dono bello ed ecosostenibile”.

E ce ne è per tutti i gusti e per tutte le tasche, ad iniziare daigiochi per bambini: “Sfatiamo subito il mito che ecologico sia sinonimo di costoso. I giochi alimentati ad energia solare e prodotti con legno certificato FSC partono da 6,75 euro”. La gamma prevede giochi di ogni tipo e per ogni divertimento. Come gli aeroplani con le eliche che si muovo grazie all’energia pulita del sole, alle ruote panoramiche fino ad arrivare ai mulini porta post-it (molto graditi anche dagli adulti) “tutti rigorosamente da montare, come i giochi di una volta”, tiene a precisare Avolivolo.

Sempre per i più piccoli ci sono l’incantevole Rosa di Jericho: la pianta (vera) che rivive con un po’ d’acqua e gli mattoncini in mater-bi: “simile nel gioco al pongo di quando eravamo piccoli, ma assolutamente ecologico, proveniente dal mais e ovviamente atossico”, commenta Maria Rosaria Ferrò, moglie e collega di Avolivolo.

Se invece si cerca qualche idea per i più grandi nel mondo high tech solare si può andare dai carica batterie solari, sempre più potenti ed efficaci, a soluzioni perfette per chi ama stare a lungo all’aria aperta come la lampada solare che fa luce in campeggio e ricarica le batterie.

E si può continuare coi prodotti per il corpo, quelli per la prima infanzia, la cosmesi e via via fino all’intimo ecologico.

C’è anche chi ci chiama per avere tutto il necessaire in termini di stoviglie e posate sì usa e getta, ma ecologiche – biodegradabili e compostabili – per la cena della vigilia o per Capodanno. I costi? Piatti, bicchieri tovaglioli e posate (all inclusive, comprese ciotole degli antipasti e cucchiaini del dolce) per 20 persone vengono poco più di 40 euro.

Per Natale – aggiunge Ferrò – c’è anche chi ci chiede di mettere il regalo in uno shopper riutilizzabile (ad esempio a forma di fragolaconiglietto) che funga da ‘pacco dono’ o chi ci manda il biglietto di auguri da stampare e allegare al regalo o chi ci chiede di mandare leinformazioni del perché il regalo è eco-sostenibile. Piccole cose che ci fanno sentire ancora più partecipi nei regali natalizi e ciò ci fa un immenso piacere”.

Minimo Impatto è una giovane società nata nel 2006 per far sapere che scelte ecologiche sono spesso possibili. Per questo Minimo Impatto ha deciso di selezionare i migliori prodotti sostenibiliavendo attenzione all’impatto ambientale dell’intero ciclo di vita del prodotto (LCA) ed agli effetti sulle persone. “Ogni prodotto della famiglia di Minimo Impatto – spiega Avolivolo –  viene scelto in base alla convinzione di inserire solo il meglio, sia dal punto di vista del rispetto della persona – ad iniziare dai bambini – che dell’impatto ambientale”. “Volevamo – ha aggiunto Maria Rosaria Ferrò – contribuire ad aiutare le persone a ridurre il proprio ‘footprint’ e a dare loro scelte eco-sostenibili, in armonia coi principi del nostro vivere quotidiano in famiglia, ad iniziare dalle scelte per i nostri figli”.

E visto che la sostenibilità passa anche da conoscenza e consapevolezza, Minimo Impatto ha da tempo scelto di “dialogare” con i clienti e le persone interessate. Da qui lo scambio di informazioni attraverso un seguitissimo blog e la rete cosiddetta del web 2.0 che vede, tra i diversi contatti newsletter, facebooktwitter e via dicendo, oltre 12 mila persone iscritte.

 

 

Contatti di Minimo Impatto

http://www.minimoimpatto.com

Via dell’industria 2, 00065 Fiano Romano (rm)

Giuseppe Avolivolo: 3277345546

 

Last Updated on

About the author

Letizia Palmisano Giornalista Ambientale

La sostenibilità non è solamente nel saper fare, ma anche nel far sapere.
Letizia Ecoblogger e giornalista ambientale

2 Comments

Click here to post a comment

Twitter

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest