Il parco dell’ex Snia è salvo dai Mondiali di Nuoto

RICEVO DAL COMITATO PARCO EX SNIA e divulgo molto volentieri!

GRANDE VITTORIA PER I CITTADINI

cliccate QUI per il mio precedente articolo

Il contestato progetto di insediamento sportivo della società Larus (oltre 10.000 metri quadrati di piscine, palestre, solarium, bar, ristorante, sala congressi e appartamenti) all’interno del parco e che avrebbe dovuto essere funzionale ai mondiali di nuoto del 2009 è stato tolto dal commissario straordinario per i Mondiali di Nuoto, ing. Claudio Rinaldi dall’elenco delle opere fattibili

Il rischio di una nuova speculazione edilizia all’interno dell’area dell’ex Snia Viscosa era stato denunciato nelle settimane scorse dai cittadini, comitati e centri sociali. La manifestazione del 1° aprile nel palazzo della sede del XX Dipartimento del Comune di Roma in via Capitan Bavastro (organizzata dai Nuclei Anti Bluff) ha messo sotto i riflettori le palesi ed evidenti anomalie e contraddizioni di un’operazione iniziata oltre un anno fa e tenuta nascosta al territorio.

Già ieri, 16.04.09, il quotidiano La Repubblica elencava l’impianto da costruire nell’area dell’ex Snia nell’inchiesta sugli sprechi legati alle opere per i mondiali di nuoto. Oggi sullo stesso quotidiano viene pubblicata (pag. 62) la notizia che il commissario straordinario per i Mondiali di Nuoto, ing. Claudio Rinaldi, ha tolto dall’elenco delle opere per i mondiali le piscine al parco della snia.

Ora chiediamo:

·         che l’area rientri sotto la competenza del X Dipartimento del Comune di Roma per realizzare quanto previsto ossia la destinazione a verde pubblico dell’area e la bonifica del laghetto in continuità e coerenza con il progetto del parco delle Energie in atto nella restante parte del parco;
·         che l’Università La Sapienza indichi stato e tempi per la realizzazione del campus universitario previsto nell’area dei capannoni;
·         che il Municipio Roma 6, dopo aver pubblicamente dichiarato di essere al fianco dei cittadini a difesa del parco, mantenga gli impegni a partire dal presentare al Consiglio Municipale, per il suo recepimento, il Manifesto e il Regolamento del Forum Territoriale Permanente, assemblea di cui fa parte anche il Municipio, e che tra i suoi obiettivi ha anche quello di monitorare e preservare la funzione del Parco delle Energie e di diventare interlocutore principale per ogni intervento all’interno dell’area;
·         che il Parco delle Energie diventi un’area naturale protetta.

INVITIAMO TUTTI COLORO CHE HANNO A CUORE LE SORTI DELL’AREA AD UN BRINDISI PER FESTEGGIARE LO SCONGIURATO PERICOLO DOMANI, SABATO 18 APRILE ALLE ORE 12.00 ALL’INTERNO DEL PARCO DELLE ENERGIE (EX SNIA VISCOSA) – VIA PRENESTINA, 175 ROMA

PER INFORMAZIONI
e-mail: [email protected]
sito internet: www.comitatoparcoexsnia.org

Letizia Palmisano Giornalista Ambientale

La sostenibilità non è solamente nel saper fare, ma anche nel far sapere. Letizia Ecoblogger e giornalista ambientale