Cookie Policy Pinterest: con la tecnologia computer vision risultati di bellezza più inclusivi nelle ricerche sulle acconciature | Pinterest News

Pinterest: con la tecnologia computer vision risultati di bellezza più inclusivi nelle ricerche sulle acconciature

I temi dell’inclusività e della diversità sono strettamente correlati a quelli del linguaggio. Nel mio campo mi sono soprattutto occupata delle scelte testuali ma -ricevendo il comunicato di Pinterest – ciò mi ha portato a riflettere su come anche il linguaggio visivo debba essere parimenti appropriato.

Ogni giorno – direttamente sul noto social o passando tramite google – a tutti noi o quasi che viviamo su internet capita di fare una ricerca tramite i “Pin”.

Poiché milioni di persone si affidano a Pinterest per trovare ispirazione in materia di capelli e bellezza, la piattaforma ha l’opportunità e la responsabilità – si legge nel comunicato – di ridefinire la rappresentazione online per tutti. Oggi Pinterest presenta la ricerca per tipo di capello, progettata allo scopo di garantire una ricerca di bellezza più inclusiva. Si tratta di una tecnologia completamente nuova, creata pensando ai Pinner di tutte le etnie e nazionalità e che consente agli utenti di cercare ispirazione tra diversi tipi di capello.

Intelligenza artificiale al servizio dell’inclusività

Grazie al rilevamento di oggetti basato sulla computer vision, i Pinner avranno la possibilità di affinare i risultati in base a sei tipi di capelli: acconciatura protettiva, boccoli, ricci, mossi, lisci e rasati/calvi. I Pinner potranno cercare un termine generico correlato ai capelli come “acconciature estive”, “capelli alla moda” o “capelli corti” e restringere i risultati selezionando uno di questi sei tipi di capello. Così facendo, potranno trovare le idee più adatte al loro stile e alle loro preferenze. Pinterest ha rilevato un tipo di capello (ad esempio, boccoli, ricci, acconciatura protettiva) tra oltre 500 milioni di immagini sulla piattaforma.

Questa nuova tecnologia si basa sulla funzionalità Skin tone ranges di Pinterest, che è stata lanciata per la prima volta nel 2018. Oltre a segnare un importante passo in avanti verso una tecnologia più inclusiva, questo strumento risponde anche al bisogno di milioni di Pinner di trovare idee adatte a loro più facilmente. Solo nell’ultimo mese, sono state effettuate oltre 120 milioni di ricerche relative ai capelli e sono stati creati oltre 5 miliardi di Pin correlati a questo tema. Pinterest ha anche riscontrato che le ricerche personalizzate, come “acconciatura protettiva intrecciata per capelli naturali” (15x) e “migliori tagli di capelli per capelli mossi folti” (13x), sono di gran lunga le più diffuse.

Annie Ta, Head of Inclusive Product di Pinterest, afferma: “L’obiettivo del nostro team è fare in modo che tutti i consumatori si sentano a proprio agio su Pinterest. Trattandosi di una piattaforma di scoperta visiva, abbiamo l’opportunità e la responsabilità di offrire un servizio migliore aumentando la rappresentazione nei prodotti che creiamo. Abbiamo quindi progettato la ricerca per tipo di capello sfruttando la computer vision, che è in grado di identificare il tipo di capello nelle immagini. Così facendo, speriamo di poter utilizzare la tecnologia per fare del bene e di consentire alle persone, chiunque esse siano, di trovare ispirazione per i loro capelli su Pinterest.”

Il team Prodotto inclusivo di Pinterest, nato per garantire l’equità del pensiero trasversale nello sviluppo dell’intelligenza artificiale e dei prodotti, ha collaborato con creatori e Pinner di diverse etnie e nazionalità per costruire e progettare questa tecnologia. Tra questi, Naeemah LaFond, Editorial Hair Stylist e Global Artistic Director di amika, che ha fornito consigli utili sull’esperienza dell’utente e sul linguaggio utilizzato nel prodotto.

“Questo nuovo strumento rappresenta un traguardo necessario per l’equità razziale nel mondo della programmazione. Già solo l’idea di non dover più fare così fatica per trovare un taglio di capelli adatto a me è una gioia immensa. Sono sicura che nei prossimi anni individueremo altri modi per migliorare ulteriormente questo processo e sono entusiasta di aver potuto aiutare Pinterest a compiere questo grande passo”, racconta Naeemah LaFond.

Al momento la ricerca per tipo di capello è disponibile per dispositivi iOS e Android negli Stati Uniti, Regno Unito, Irlanda, Canada, Australia e Nuova Zelanda, ma nei prossimi mesi verrà estesa ai mercati internazionali.

Fonte: comunicato stampa

Letizia Palmisano Giornalista & Social media Manager

Sono giornalista e social media manager, influencer strategist specializzata nella crossmedialità della comunicazione, in particolar modo grazie agli strumenti del web 2.0, quali i social network. La mia attività professionale spazia dal giornalismo alla consulenza nel mondo della comunicazione 2.0. Svolgo, inoltre, attività di formazione e docenza in tali campi. Vincitrice 2018 del Macchianera Internet Awards come influencer dell'economia circolare