Voglio una vita 100% green. Ecco la guida per (provare a) riuscirci

VOGLIO UNA VITA 100% GREEN. Si fa presto a dirlo! A farlo forse un po’ meno. Sapere quale strada intraprendere e quale evitare però è possibile. A guidarci nel districato mondo dei consigli green sono Jérémie Pichon e Bénédicte Moret nel libro tradotto e distribuito da Sonda, uscito proprio in questi giorni. Un libro con molte informazioni utili e al contempo una guida da tenere sempre a portata di mano.

voglio una vita 100% green
voglio una vita 100% green. Immagine per gentile concessione Edizioni Sonda

Ogni essere umano sulla terra non dovrebbe emettere più di 2,1 tonnellate di anidride carbonica all’anno. In Italia ognuno di noi arriva quasi al triplo. Se leggiamo le interviste e i sondaggi, però, in molti si dicono attenti, sensibilizzati da cambiamenti climatici e dai ragazzi meravigliosi di Fridays for Future (Greta in primis).

Cambiare abitudini non è una moda passeggera, ma una necessità. Il cibo che scegliamo di consumare e la quantità di rifiuti che produciamo sono un fattore fondamentale, certo. Ma partendo dai dati, con spiegazioni chiare e tanti esempi, Pichon e Moret dimostrano l’importanza delle nostre scelte finanziarie, lavorative,
sanitarie e dei trasporti per fare davvero la differenza.

Ringrazio Edizioni Sonda per avermi dato la possibilità di inserire alcune delle bellissime grafiche del libro!

DALL’AMBIENTE CASALINGO A QUELLO SOCIALE: LA SVOLTA GREEN IN TUTTI I SETTORI

Con un’analisi approfondita dei costi e dell’impatto di ogni nostra azione quotidiana, gli autori aprono questioni ambientali inaspettate, per aiutarci a ripensare le nostre priorità e a prendere davvero coscienza del problema globale. Ad esempio:
• I trasporti per fare la spesa in supermercati o centri commerciali rappresentano il 21% di tutti gli spostamenti di una famiglia;

•Avete mai pensato all’impatto ambientale nella produzione e nello smaltimento di un’auto e non solo nella fase di utilizzo?!;

• Il denaro che depositiamo in alcune banche genera CO2;

• A livello globale produciamo una quantità di cibo che potrebbe sfamare 12 miliardi di persone. E ne gettiamo via il 50%;

• Spesso pensiamo all’impatto ambientale di un Paese senza considerare quanto delocalizziamo, non solo in termini di produzione (e posti di lavoroo) ma anche di emissioni.

UNA GUIDA PRATICA E ILLUSTRATA, CON ALTERNATIVE E SOLUZIONI PER RISOLVERE IL PROBLEMA AMBIENTALE

voglio una vita 100% green. Immagine per gentile concessione Edizioni SondaSe i problemi, con la lettura del libro, vi saranno chiari, a prevalere non sarà lo sconforto ma la voglia di mettersi all’opera per fare meglio, per rendere la nostra vita a minor impatto ambientale. Cambiare le abitudini vuol dire davvero poter cambiare il mondo.

Con l’introduzione di LUCIA CUFFARO, scrittrice e presidente del movimento per la decrescita felice. Cura la rubrica “Chi fa da sé” della trasmissione Uno Mattina, su ecologia e autoproduzione.
JÉRÉMIE PICHON è autore, conferenziere e attivista. Ha diretto e lavorato per diverse ONG ambientali, umanitarie ed educative, e ha sviluppato numerosi progetti sull’impronta ecologica.
BÉNÉDICTE MORET, alias Bloutouf, collabora come illustratrice e grafica per diverse associazioni e istituzioni ambientali. Entrambi sono già autori del best seller La famiglia zero rifiuti (o quasi), che solo in Francia ha venduto più di duecentomila copie e testimoni viventi di questo libro.

VOGLIO UNA VITA 100% GREEN
J. Pichon – B. Moret
Trad. it di Daniela Di Lisio
240 pagine ISBN 978 88 7224 079 3

 

voglio una vita 100% green. Immagine per gentile concessione Edizioni Sonda

Last Updated on

Letizia Palmisano Giornalista Ambientale

La sostenibilità non è solamente nel saper fare, ma anche nel far sapere. Letizia Ecoblogger e giornalista ambientale